COME SI FA UN FILM?

17 Mag 2017
CINEMA
Giorgio Paciarelli

COS’E’ UN FILM?
Realizzare una produzione cinematografica (in inglese filmmaking) è molto complesso e costoso. Il mondo del cinema ha portato da una parte ad avere film che mobilitano una macchina produttiva molto elaborata, dall’altra ad avere dei film che, prescindendo dall’aspetto industriale, tendono all’esercizio artistico, e sono definiti film amatoriali.

COME SI FA UN FILM?
Essenzialmente la realizzazione di un film si svolge in cinque fasi:

1) Sviluppo
La prima fase di una produzione cinematografica è sicuramente lo sviluppo del progetto, sino a quel momento non si ha ancora la certezza di poter realizzare il film, si ha soltanto l’idea. Pertanto occorre procedere al:
– Reperimento dei fondi (il regista deve proporre un bilancio di spesa approssimativo per ottenere l’ok dalla produzione)
– Scrittura della sceneggiatura (È la descrizione dettagliata di ciò che dovrà essere il film, scena per scena, dialogo per dialogo, compresa la descrizione di tutti i luoghi e gli oggetti presenti nell’inquadratura. La sceneggiatura viene scritta, solitamente, in forma letteraria e senza l’uso di termini tecnici)
– Scelta del cast (Il cast è il gruppo di persone che lavora alla produzione di un film. Il processo di selezione di tali persone avviene per mezzo del casting)

2) Pre-produzione
La pre-produzione è la vera e propria preparazione del film. Consiste nelle seguenti fasi:
– Spoglio della sceneggiatura (individuazione delle singole scene)
– Preventivo di spesa (budget)
– Registrazione della colonna sonora
– Casting (inclusi comparse, controfigure, stuntman)
– Scelta delle location
– Provini
– Storyboard
– Costruzione del set

3) Lavorazione
La lavorazione è la fase in cui si effettuano le riprese del film, ed in senso lato comprende tutte le operazioni compiute nel periodo tra pre-produzione e post-produzione. Questa fase risulta solitamente la più costosa, seguita dalla post-produzione, ed è il punto di non ritorno dei finanziatori. Mentre è solito che un film venga annullato durante le prima fasi, è molto raro che venga abbandonato dopo l’inizio della lavorazione se non che in caso di calamità naturali. Una volta terminate le riprese, il materiale girato viene “confezionato” per essere lavorato al montaggio e alle altre fasi che comprendono la post-produzione.

4) Post-produzione
La post-produzione è la fase che porterà alla distribuzione del film nelle sale cinematografiche, essa consta nelle seguenti sotto-fasi:
– Montaggio delle inquadrature e del suono (Il montaggio è un fattore fondamentale per la riuscita artistica del film, e consiste nella scelta delle scene girate da utilizzare nel prodotto finito)
– Registrazione e montaggio della Colonna sonora
– Effetti speciali visivi e sonori
– Eventuale doppiaggio
– Correzione del colore
– Stampa finale della copia del film

5) Distribuzione
La distribuzione cinematografica è una fase del processo di diffusione e presentazione al pubblico di un film. Di essa si occupa spesso una compagnia indipendente, che lavora come l’agente finale tra una casa di produzione ed un esercente, con lo scopo di assicurare le proiezioni del film del produttore sullo schermo della sala cinematografica. Nel campo del cinema, il termine “distribuzione” si riferisce al mercato e alla circolazione di film nelle sale cinematografiche.

 

 

Lascia un commento

commenti